Home | 2G Pieve | Lucrezia Bianco

Lucrezia Bianco

LA MIA SCUOLA

La mia scuola si trova a Magliana,un quartiere di Roma. E’ una scuola abbastanza grande che include anche aule dedicate a francese,inglese,scienze,cucina,musica e il teatro per vedere i film. La nostra non è solo una semplice classe,ma ci possiamo considerare meglio una famiglia. Siamo molto uniti tra di noi. Anche con la maggior parte dei professori abbiamo un bel rapporto,c’è rispetto reciproco e si cerca sempre di aiutarsi. Una delle cose che amo fare è andare in aula Lim o in teatro a vedere i film. Ogni volta che finiamo di vedere un film,di qualsiasi genere,si fa un dibattito,in cui ognuno di noi può dire quello che pensa senza essere giudicato. I film non li abbiamo visti solamente a scuola, bensì anche durante le uscite scolastiche al cinema. Una volta abbiamo visto un film che mi è piaciuto molto,dedicato principalmente agli adolescenti,quindi adatto alla nostra età. Le gite sono una delle cose che,soprattutto quest’anno,facciamo di più. Infatti è stato organizzato un campo scuola insieme alla classe IIE, al parco del Pollino. Poi siamo andati,sempre insieme alla IIE, alla fattoria Latte Sano,ma anche tante altre. Inoltre sono stati organizzati anche alcuni incontri. L’anno scorso è stato organizzato un incontro con Carola Susani, la scrittrice del libro per ragazzi, Odissea. Quest’anno invece è stato organizzato con Paolo di Paolo,autore del libro per ragazzi, La Divina Commedia. Poi tutti noi abbiamo un bel rapporto con i bidelli che ci supportano e, soprattutto, sopportano dal lunedì al venerdì. Insomma le medie riservano molte emozioni ma anche responsabilità e nuove amicizie.

La scuola di mia cugina,invece,è molto diversa,anche più grande di quella in cui sto io. Lei frequenta il primo superiore e il suo sogno è diventare regista. Diciamo che la sua scuola è poco organizzata, infatti esce ogni giorno in un orario diverso per colpa della mancanza dei professori e,molte volte,si entra più tardi per le assemblee sindacali. La sua scuola, inoltre, è divisa in due. Una è frequentata dai ragazzi dal primo anno fino alla metà del terzo superiore. L’altra, dai ragazzi del terzo fino all’ultimo anno. Lei non fa quasi mai gite,tantomeno incontri. Nella sua classe anche sono tutti molto amici,ma,da quello che mi dice,non si possono considerare ancora come una famiglia perché non si conoscono ancora a pieno. I prof sono quasi tutti molto esigenti ma danno pochi compiti per casa e in classe non riescono a fare molta lezione perché i ragazzi fanno confusione. Insomma la mia scuola e la sua sono molto differenti ma,alla fine,ci troviamo entrambe molto bene.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.